Addio ai libretti di risparmio al portatore, dal 4 luglio.

 

libretti di risparmio al portatore, dal prossimo 4 luglio, non potranno più essere emessi e quelli che sono ancora in circolazione devono essere chiusi entro il 31 dicembre 2018. Entro questa data devi andare in banca o in posta per estinguerlo perché se non lo farai rischi una multa. Ma che fine fanno i libretti di risparmio? Ecco quali alternative puoi avere.

Solo libretti di risparmio nominativi

La nuova legge non sancisce la fine di tutti i libretti di risparmio, ma bandisce soltanto quelli al portatore, per i quali è il possessore a poter effetture il versamento e il prelevamento. Potrai lo stesso aprirne uno, ma sarà nominativo.

Se hai un libretto di risparmio al portatore

Se hai ancora un libretto di risparmio al portatore, dunque, devi chiuderlo: puoi trasferire i soldi sul conto corrente o richiedere i contanti. Se non lo farai entro il 31 dicembre 2018, verrai sanzionato.

L’alternativa dei conti deposito

Come forma di risparmio più remunerativa di un libretto di risparmio potrebbe essere interessante un conto di deposito. Usa il nostro servizio di comparazione per scoprire quali sono i migliori secondo le tue esigenze.


di: https://www.altroconsumo.it

Commenta Con Facebook

Precedente A Bali si da carne di cane ai turisti venduta come pollo. Successivo Grano e riso, l'invasione straniera a tavola - Nemo – Nessuno Escluso 27/04/2017

Lascia un commento

*