Avete soldi depositati alle Poste Italiane? Rischiate di perdere tutti i vostri risparmi, massima attenzione!

 

Le Poste Italiane, in accordo con il Governo Renzi, hanno ufficialmente istituito quelli che verranno chiamati “conti dormienti”.

 

Come ha spiegato il Direttore di Poste Italiane in un comunicato ufficiale, i conti dormienti sono quei conti in cui non è riscontrabile un significativo movimento di denaro sia prelevato che depositato nell’ arco degli ultimi 5 anni, ma l’ argomento viene esteso anche ai libretti postali dimenticati a breve, agli assegni circolari non incassati e ai fondi di investimento. La somma di denaro raccolta verrà totalmente trasferita in un fondo pubblico unico, creato appositamente per risarcire il risparmio frodato e mai diventato operativo.


Onde evitare di creare falsi allarmismi, vi rassicuriamo del fatto che è ancora possibile recuperare i vostri soldi se siete in possesso di conti dormienti. Per prima cosa dovrete verificare appunto se siete intestatari o meno di conti dormienti, o se ad esempio ne avete ereditato qualcuno da parenti defunti che certamente negli ultimi 5 anni non avranno mosso ingenti somme di denaro. Per fare ciò è necessario mettervi a contatto con la Consap, che è l’incaricata dal Ministero del Tesoro di gestire le domande di rimborso dei conti. La domanda deve essere presentata sul sito online dell’ente appena citato.

 

Successivamente sarete convocati per il ritiro di un modulo da compilare e spedire o di persona o per e-mail scannerizzando il modulo compilato e inviandolo all’ indirizzo che vi verrà fornito dall’ operatore.


Di_tg5stelle

Commenta Con Facebook

Lascia un commento

*