Siti web per Guadagnare Soldi Online Extra da casa seriamente no truffa.

 

Mechanical Turk

E’ un programma gestito da Amazon, dove chiunque può iscriversi e rispondere a semplici quesiti (come la scelta di quale di due immagini raffigura un ponte) e guadagnare qualche centesimi per ogni risposta. Con una certa pratica, si possono guadagnare un paio di euro in un’ora mentre siete seduti sul divano a guardare la televisione e con sufficiente attenzione, si può guadagnare un importo pari a un salario minimo.

Sito web: https://www.mturk.com/mturk/welcome


YouTube

Permette a chiunque di pubblicare video nonexplicit su praticamente qualsiasi argomento che si desidera. La registrazione di un video può essere semplice come accendere la fotocamera sul computer e premendo il pulsante di registrazione. Se si attiva la pubblicità sui tuoi video, si può guadagnare da euro 1 a 3 per 1000 visualizzazioni. Più video pubblicate, maggiori visite ricevete, e più passerete all’incasso – semplice e divertente.

Sito web: https://www.youtube.com/?hl=it&gl=IT


Elance

Permette alle persone di qualsiasi professione di trovare un lavoro freelance da casa nel tempo libero. Mentre con i progetti eLance non si guadagnano un sacco di soldi, ti fornisce un ottimo modo per costruire un portafoglio indipendente per mostrare la propria abilità, e anche la costruzione di una rete di clienti.

Sito web: https://www.elance.com/

 

 


Amazon Kindle diretto Publishing

Permette a chiunque che ha scritto un libro di caricarlo su Amazon per essere venduti su dispositivi Amazon Kindle. Diciamo che si scrive un romanzo e si vuole vendere. Se lo carichi qui, puoi promuoverlo on-line attraverso i social media o blog. E’ possibile vendere le copie del tuo libro e guadagnare con un ritorno del 70 per cento di ogni vendita.

Sito web: https://kdp.amazon.com/

 


Fotolia

Ti permette di vendere le foto che hai scattato. Ad esempio, se un editore è alla ricerca di una foto di una spiaggia, l’editore può usare Fotolia per acquistare i diritti ed utilizzare tale immagine nella sua pubblicazione dietro il pagamento di una somma di denaro pattuita tra le parti. Per una fotografo, questo è un ottimo modo per guadagnare un paio di dollari per le sue foto migliori.

Sito web: https://it.fotolia.com/

 


Swagbucks

E’ forse il più popolare e il più legittimo dei siti di sondaggio online. Swagbucks ti paga una piccola somma per partecipare ad un sondaggio tra i consumatori. Le aziende utilizzano i risultati per capire quali tipi di prodotti vendono. È possibile partecipare a diversi sondaggi al giorno, e i guadagni Swagbucks possono essere convertiti in carte regalo da Amazon, Target, iTunes e altro ancora.

Sito web: http://www.swagbucks.com/

 

 

 


Fiverr

E’ un sito dove le persone offrono i lavori che sono disposti a fare per euro 5, come scrivere post su Facebook per le aziende. Molti dei lavori richiedono competenze creative come la progettazione grafica o l’editing audio, ma tutte hanno una cosa in comune, qualsiasi di queste attività possono fare facilmente sul divano nel vostro tempo libero.

Sito web: https://www.fiverr.com/

 

 


Skillshare

E’ un sito dove si può insegnare un corso online ed essere pagati per farlo. Gli argomenti preferiti includono artigianato, cinema, moda e cucina in cambio, si riceve una somma di denaro dalle persone che si siedono nella tua classe. Nn serve una laurea magistrale per iniziare, e gli insegnanti possono guadagnare una media di 3.500 euro l’anno.

Sito web: https://www.skillshare.com/

 

 


Zirtual

E’ forse il più impegnativo in termini di tempo, ma sicuramente il più gratificante. Con Zirtual, ti iscrivi per essere un assistente di una persona che ti invierà le cose da fare come email, ricerca di un argomento o riassumere i risultati di un’attività, gestire un calendario personale o scrivere appunti a mano. La paga base di partenza è di euro 11 all’ora.

Sito web: https://www.zirtual.com/

 

 


 

Commenta Con Facebook

Precedente Classifiche: I 5 libri più venduti di sempre Successivo Dipendenza da slot machine: ecco come uscirne.

Lascia un commento

*