Consigli pratici e veloci su come pulire le vostre scarpe di camoscio

 

Ogni volta che decidiamo di indossare le nostre scarpe di camoscio, puntualmente i nostri occhi si posano sulle varie macchie che inevitabilmente si creano sul delicato tessuto. La domanda che ci facciamo è sempre la stessa: come pulire le scarpe scamosciate senza rovinarle?

Ecco una serie di pratici consigli che risolveranno tutti i vostri problemi.

Cominciamo con una serie di soluzioni relative alla pulizia quotidiana.

A differenza di tutte le altre scarpe, quelle in camoscio hanno bisogno, nei limiti del possibile, di una pulizia giornaliera. Questo perché è un tipo di tessuto che tende ad accumulare polvere che contribuisce alla formazione di alcune striature tipiche del materiale. Per eliminarle basta una semplice spazzola con setole in gomma che passata delicatamente sulla tomaia, le ridona un colore uniforme.

Se invece le nostre scarpe sono inesorabilmente vittime del tempo, il consiglio migliore è quello di utilizzare della camoscina, un prodotto facilmente reperibile sul mercato, disponibile in diversi colori e sfumature che restituisce lo splendore del colore originale.

Ma se il problema è quello di eliminare una macchia, non bisogna scoraggiarsi. Bisogna prima spazzolare il tessuto per eliminare la polvere, dopodiché smacchiare la zona possibilmente con del cotone imbevuto di latte. Se la macchia dovesse persistere allora passeremo alla fase di lavaggio.

E qui sorge un’altra domanda. Come lavare le scarpe di camoscio senza rovinarle?

La prima cosa da fare è preparare dell’acqua tiepida con dello shampoo ammorbidente, dove andremo ad immergere le scarpe per qualche minuto. Poi spazzoleremo delicatamente tutta la superficie ed una volta completata questa fase, sciacqueremo ben bene le nostre adorate scarpe.

Ma attenzione, non è finita qui. Per evitare che si formino aloni bianchi sulla tomaia è necessario che la fase di asciugatura avvenga lontano da fonti di calore, con il tacco poggiato a terra e la punta sollevata.

Una volta asciutte procederemo con due passaggi già menzionati nei consigli per la pulizia giornaliera, ossia passeremo sulle scarpe un panno imbevuto di latte per restituire la morbidezza al tessuto e successivamente utilizzeremo della camoscina per ridonare splendore al colore.

Con questi semplici e pratici consigli riusciremo ad allungare la vita delle nostre scarpe di camoscio ed ogni volta sarà un piacere reindossarle come se fossero nuove.


di: http://www.pittarosso.com

Commenta Con Facebook

Precedente La sigaretta elettronica fa male? Ecco la risposta in 1:25 secondi Successivo Addio infradito! Arriva la soletta per stare sempre a piedi nudi

Lascia un commento

*