Postepay bloccata: ATTENTI alla nuova truffa dell’estate 2017. DIFFONDETE

 

Molti utenti stanno ricevendo dei messaggi  di un presunto bloccaggio della carta Postepay o Postepay Evolution per questioni di sicurezza in seguito a transazioni strane e potenzialmente non autorizzate dal titolare della carta di debito. Nella email si invita a cliccare un link per la conferma dei dati. Si tratta chiaramente di un tentativo di phishing a cui prestare molta attenzione.

LA TRUFFA DELL’ESTATE – Ne ha dato notizia la Polizia Postale, lanciando l’allarme dalla sua pagina Facebook su questa nuova truffa dell’estate. Il messaggio, prevalentemente inviato via email, recita così: “Gentile, la sua carta PostePay Evolution è stata bloccata. Di seguito vengono fornite alcune informazioni e alcuni link da cliccare su cui andrebbero inseriti alcuni dati sensibili”.

Il sito al quale rimanda il link è ben fatto e riproduce quasi fedelmente quello di Poste Italiane quindi rendersi conto che si tratta di un sito fake non sempre è facile se non si presta attenzione. A un occhio più critico invece emergono alcuni campanelli d’allarme. Peraltro a volte sono presenti perfino errori grammaticali.

FATE ATTENZIONE – La Polizia ha avvisato così gli utenti: “Non abboccate all’amo questo tipo di truffa phishing nella variante via mail e chat, è un classico del web e sembra si stia riproponendo massivamente in varie forme estetiche, ma sempre con contenuti approssimativi e in un pessimo italiano. Inoltre in tanti hanno anche segnalato l’arrivo di questo tipo di comuncazione anche via sms, un ulteriore canale che può mettere a rischio i risparmi di migliaia di italiani”.

MAI CLICCARE SU LINK SOSPETTI – Fate dunque molta attenzione e ricordate che anche in caso di blocco della carta per ragioni di sicurezza in merito a transazioni sospette o non riconosciute, le Poste Italiane non chiedono all’utente di inserire i propri dati personali online. Mai cliccare link di questo genere arrivati via email: piuttosto verificare direttamente nella home page del sito che vi sia qualche verifica di questo tipo in atto.



Di: http://quifinanza.it

Commenta Con Facebook
Precedente Bollete Luce e Gas: La truffa telefonica del codice POD, NON DATELO MAI!!! vi possono cambiare il gestore. DIFFONDETE Successivo Coca Cola offre 1 milione di dollari a chi trova un sostituto dello zucchero

Lascia un commento

*