Attacchi di panico: che cosa sono e come affrontarli

 

oggi giorno gli attacchi di panico sono più comuni di quanto si creda e possono colpire chiunque e in qualsiasi momento. State camminando per strada, prendendo un autobus o lavorando in ufficio e di colpo il vostro corpo inizia a trasmettervi una serie di sensazioni orribili: tachicardia, formicolio alle mani e ai piedi, pelle d’oca su braccia e nuca, tremori, battito cardiaco accelerato, vista sempre più offuscata, giramenti di testa e impossibilità di mantenere l’equilibrio.

Le mani iniziano a sudare e ci si sente in uno stato di allerta insopportabile, come avessimo appena assistito a un’esplosione o ad una situazione terribile e pericolosa. Si possono presentare difficoltà respiratorie, dolori addominali, sensazione di asfissia e di panico, paura di essere sul punto di morire. Tuttavia, intorno a noi non sta succedendo nulla. Nessuna situazione estrema che possa causare quello stato di allerta: tutto sembra tranquillo. Che cosa sta succedendo? Qual è la causa di quella sensazione di paura che ci invade di colpo, senza preavviso e in modo così violento, facendoci stare male? Si tratta di un attacco di panico.


Gli attacchi di panico sono momenti in cui una persona avverte di colpo una sensazione estrema di paura, panico e ansia che non è in grado di controllare. I sintomi sono quelli che vi abbiamo precedentemente descritto:

  • giramenti di testa
  • dolori al petto
  • dolori all’addome
  • difficoltà respiratorie
  • asfissia
  • sudorazione eccessiva
  • tachicardia
  • e molti altri

Spesso la percezione di non poter controllare questi sintomi durante un attacco di panico aumenta la sensazione di ansia e paura, perché fa sentire impotente chi ne soffre. Delle volte si può arrivare a sognare di avere un attacco di panico e si tratta di incubi molto realistici e che scombussolano.

Gli attacchi di panico sono davvero più comuni di quanto pensiamo: se chiedete tra i vostri familiari e amici, scoprirete di sicuro che qualcuno ne ha sofferto qualche volta. Si tratta di un disturbo che può presentarsi in un preciso momento della vita di una persona, oppure ripetersi più volte durante un periodo più lungo della sua vita.

A che cosa sono dovuti?

attacchi di panico2

Molto spesso gli attacchi di panico si relazionano a situazioni sentimentali che ci stanno facendo soffrire o a questioni che non possiamo controllare. La fine di una relazione, la perdita del lavoro, la paura di fallire, affrontare la perdita di una persona cara, la paura di emanciparsi quando si è giovani… Tutti questi motivi, e tanti altri ancora, possono scatenare questo disturbo. Altre volte gli attacchi di panico sono invece causati da esperienze traumatiche vissute durante l’infanzia che ritornano a galla posteriormente.

Alcune medicine possono causare attacchi di panico, così come possono contribuire ad essi le fobie, come la paura dell’altezza, dell’acqua o dei luoghi chiusi. Un’altra causa possono essere la malattie relative ad alterazioni biologiche, come l’ipotiroidismo o i disordini ossessivi compulsivi. Anche i sintomi dell’astinenza e la sovraesposizione ad alcune sostanze come la nicotina, la marijuana o la caffeina sono alcuni dei fattori che, tra gli altri, possono scatenarli.

La buona notizia è che questi attacchi possono essere controllati e, ovviamente, superati.


Sapete come farlo?

  1. Prima di tutto, è caldamente raccomandato cercare un aiuto psicologico. In molti paesi non è comune trattare questo tipo di problemi, ma è dimostrato che una terapia psicologica aiuta moltissimo ad affrontare e superare gli attacchi di panico, visto che permette ai pazienti di imparare a conoscere e controllare le proprie paure.
  2. Quando si soffre di un attacco di panico, è importante saperlo riconoscere e ripetere a sé stessi che si tratta soltanto di una situazione momentanea e che passerà presto. Questo vi aiuterà a calmarvi e a capire che la paura è dovuta ad una situazione specifica che non vi porterà né alla morte né a soffrire di ferite gravi.
  3. È una buona cosa cercare di distrarsi concentrandosi su qualcosa di esterno, ad esempio mantenendo la vista fissa su qualche oggetto lontano o leggendo un cartello. Questo vi aiuterà anche a mantenere l’equilibrio.
  4. Imparate a controllare la respirazione: respirate profondamente e con calma, seguendo un ritmo che vi obblighi a restare il più rilassati possibile.
  5. Non consumate sostanze che eccitino il sistema nervoso, come la caffeina e la nicotina.
  6. Informatevi ed imparate più cose possibili sugli attacchi di panico: conoscerli vi aiuterà a non averne paura.
  7. Fate della terapia di esposizione: in modo tranquillo e con la supervisione di un professionista, questa terapia consiste nell’esporvi a ciò che vi fa paura, in modo da superare pian piano la fobia.
  8. Controlli medici generali: fate delle prove mediche per controllare se gli attacchi di panico sono dovuti a motivi organici, come una malattia o dei disordini ormonali.
  9. Rivolgetevi ad uno psichiatra: potrà prescrivervi dei calmanti che vi aiuteranno a controllare l’ansia.
  10. Non sentitevi dei pazzi o degli squilibrati; non dovete lasciarvi sopraffare dalla depressione, cercate di non lasciare che questi stati di ansia vi facciano sentire impotenti.
  11. Mantenete uno stile di vita attivo, praticate dello sport e non privatevi delle ore di sonno necessarie.
  12. Imparate delle tecniche di rilassamento che potranno esservi utili per controllare la paura di fronte ad un attacco di panico.

Di: https://viverepiusani.it/attacchi-di-panico-che-cosa-sono-e-come-affrontarli-bozza/


 

Commenta Con Facebook

Lascia un commento

*